Backlinks e link building in una strategia SEO

I siti web ospitati da Google oggi sono troppi e la concorrenza è spietata in ogni settore. Riuscire ad indicizzare un sito internet in alcuni segmenti di mercato diventa sempre più difficile.

Cosa fare allora?
Sicuramente studiare ed attuare una buona strategia SEO aiuta, dato che le logiche del web marketing sono in continua evoluzione. Google assume sempre più un aspetto “umano”, i siti internet ritenuti utili sono premiati e guadagnano posizioni nella SERP, quelli con contenuti duplicati oppure non rilevanti vengono quasi sempre lasciati nel dimenticatoio.

Come far si che questo non accada al nostro sito web?
Curare il posizionamento sui motori di ricerca è un lavoro e come tale richiede tempo, impegno e dedizione.  Una buona base per costruire le fondamenta della propria visibilità sul web è la link building, ossia una rete di link in entrata (backlinks) verso un sito web in modo da dare credibilità al sito stesso sulla rete.

Da dove iniziare?
Iscrivere il sito in directory a tema, scrivere comunicati stampa e articoli utili alla comunità web, partecipare a discussioni su forum e blog di settore, utilizzare i social network, ovviamente cercando di ricevere i backlinks per parole chiave (anchor text) pertinenti, ma soprattutto ricercabili.

Perché sono importanti i backlinks?
Perché generano traffico targettizzato, visite di qualità verso il nostro sito internet , influiscono sul posizionamento nei risultati di ricerca e fanno trovare agli utenti i contenuti che stanno ricercando.

Quali link sono utili?

  • Ovviamente tutti quelli che sono attinenti ai nostri prodotti o servizi e che siano provenienti da siti con un buon page rank (PR) o comunque con almeno un numero di visitatori giornalieri abbastanza alto e possibilmente interessati a ciò di cui si parla.
  • Evitare sistemi automatizzati, non servono a nulla e nella maggior parte dei casi fanno solamente danno in quanto “sparano” letteralmente in giro per la rete il link al vostro sito senza alcun criterio o distinzione, rendendo vana qualsiasi strategia SEO adottata.
  • Altra pratica sconsigliata è l’acquisto di link con rinnovo mensile o di altro tipo, un buon backlink dovrebbe essere permanente se ottenuto con il giusto fine e perché no anche conoscendo veramente la persona da cui lo si riceve.

Come ottenere i backlinks?
In ultimo ma non meno importante è il modo  in cui si ottengono, cioè naturalmente, non si dovrebbero acquistare, ma acquisire naturalmente nel tempo, ricordo che l’obiettivo è accrescere la propria popolarità sulla rete e ciò richiede tempo, inoltre l’attenzione di Google è rivolta sempre alle esigenze degli utenti, quindi se anche iniziamo a preoccuparci di chi legge e non di vendere a tutti i costi alla fine saremo ricompensati.

Per concludere, creare una rete di backlinks che puntano al vostro sito web migliorerà sicuramente la vostra posizione nella SERP, le visite aumenteranno e se la strategia è corretta saranno anche qualitativamente superiori, certo è una pratica che richiede costanza e creatività, ma col tempo diventa un ottimo strumento attraverso cui consolidare ed aumentare la propria popolarità sulla rete.

A voi le tastiere!

No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by themekiller.com