Chi converte meglio: la long tail o il brand?

La long tail, per definizione, è la famosa “coda lunga”, una lista di parole chiave a basso colume di ricerca, che però  dovrebbero aumentare le possibilità di conversione perché identificano, in maniera più precisa, un prodotto o servizio.

Il brand, o marchio, è l’identità dell’azienda o prodotto in se, è unico e difficilmente imitabile.

Una lista di parole chiave ad alto volume di ricerca molto spesso non converte, dove con questo termine indichiamo la trasformazione di una visita in un contatto, questo perché molte volte sono legate a query di ricerca che tirano fuori risultati di generalisti e non commerciali; sono concorde  però con chi sostiene che in alcuni settori monetizzano, ma questo a noi non interessa.

Costruire una lista di keyword da long tail, invece, permette di fornire a chi ricerca, risultati abbastanza pertinenti alla sua ricerca, e come in ogni mercato che si rispetti, quando domanda e offerta si incontrano avviene la magia!

Cosa tenere in considerazione in una long tail?

  • non puntare su una sola parola chiave, non conosco nessuno che cerca un solo termine secco su Google;
  • creare title con due o tre parole, magari che formano un senso compiuto, informativo per l’utente, affina la ricerca e ci avvicina alla domanda;
  • pazienza e contenuti ben strutturati, vi faranno ottenere buoni risultati

E il brand?

In effetti uscire in prima pagina per il proprio marchio, non sembra una grande vittoria, però anche il brand converte, ed in un certo senso, potrebbe essere una chiave da coda lunga. Perché? Vi faccio un esempio:

  • Zalando 7.480.000 ricerche mensili globali esatte
  • vendita scarpe online: 1.300 ricerche mensili globali esatte
  • outlet scarpe online: 260 ricerche mensili globali esatte

Cosa voglio cercare di dire, che Zalando è un brand, costruito con tanti soldi e tanta pubblicità, ma che oggi quasi tutti associamo alle scarpe, in termini di conversione rende come una keyword commerciale, ma è un marchio, e almeno da questi dati la gente ricerca più il marchio del prodotto in se.

Sicuramente in alcuni settori puntare sul nome rispetto che su una o più keyword è preferibile, è anche verò che ci sono attività commerciali locali o aziende che erogano servizi geolocalizzati che vivono di sola coda lunga e local SEO.

La domanda con la quale vi lascio è: secondo voi, e la vostra esperienza, cosa converte di più tra long tail e brand?

2 Comments

  1. Patente Nautica Entro 12 Miglia 24/09/2013
  2. ondiz 06/10/2014

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by themekiller.com