Rich Snippet codice HTML semantico

Il web diventa sempre più semantico, di conseguenza anche il codice HTML segue la stessa logica, da qui la nascita dei Rich Snippet.

Cosa sono?

La risposta è semplice, eseguendo una qualsiasi ricerca su Google, l’utente è in grado di leggere ed interpretare i risultati di ricerca, selezionando quelli più pertinenti e scartando gli altri, attraverso i Rich Snippet anche il robot dei motori di ricerca può “distinguere” tra le informazioni.

Vediamo un esempio:

<div>

<p>Pinco Pallino</p>

<p>Professore</p>

</div>

<div itemscope itemtype="http://schema.org/Person">
<span itemprop="name">Pinco Pallino</span>
<span itemprop="jobTitle">Professore</span>

</div>

Nel primo div vediamo come il nome e la qualifica sono riportate in maniera standard, e non danno alcuna informazione aggiuntiva al motore di ricerca, nel secondo div invece, abbiamo le stesse informazioni, ma racchiuse in tag specifici che esplicitano ed identificano ogni singola riga. Altri esempi sono disponibili su Schema.org divisi anche per tipologia di utilizzo.

Ovviamente un codice scritto in questo modo potrebbe portare un miglioramento in termini di posizionamento per il vostro sito web, oltre che darvi maggiore risalto tra i risultati di ricerca.

 Possiamo usarli a nostro vantaggio?

Se scriviamo ad esempio “prezzo oro” su Google, avremo una SERP abbastanza tradizionale, implementando i rich snippets potremo avere invece, subito sotto il titolo, le stelline che spesso ci capita di vedere per alcuni siti e una miniatura dell’autore.

Chiaramente un risultato simile spinge ad un click più immediato perché balza più facilmente agli occhi, ed ecco quindi perché lato SEO sarebbe importante utilizzare i rich snippet magari in pagine importanti o che dovrebbero generare conversioni quali ad esempio la pagina contatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by themekiller.com