Ecco come lavare l’auto senza danneggiarla

Lavare l’auto da soli, magari in garage o in giardino è una buona idea perché, teoricamente, ci fa risparmiare tempo e denaro. Tuttavia certe volte sarebbe meglio portarla da un esperto dato che ci sono alcune abitudini che, a lungo andare, danneggiano la carrozzeria senza che ce ne accorgiamo. Ecco perché per evitare aloni, sporcizia sedimentata e graffi abbiamo pensato di creare una piccola guida al lavaggio dell’auto fai da te. 

La nostra prima raccomandazione è quella di affidarsi a prodotti per carrozzeria auto, pensati proprio per dare lucentezza alla vernice proteggendola nel tempo. Inoltre suggeriamo di seguire uno schema preciso e di adattare il lavaggio in base al livello di sporcizia e ai materiali della carrozzeria. Gli esperti, infatti, suggeriscono di non procedere mai a casaccio ma di partire dal lavaggio generale per passare poi ai dettagli come targa, cerchioni e fanali. Vediamo come fare. 

Orario giusto e importanza del meteo

In pochissimi sanno che l’orario giusto ed il clima giusto sono due variabili fondamentali per un lavaggio auto fai da te perfetto. Sarebbe sempre meglio lavare l’auto al mattino presto o al tramonto, soprattutto nel bel mezzo dell’estate calda e afosa. Questo fa si che l’acqua ed il sapone non si asciughino sulla vernice prima del risciacquo creando vistosi aloni. Inoltre dovresti sempre dare un’occhiata alle previsioni del tempo dato che un solenne temporale potrebbe mandare all’aria ore e ore di duro lavoro. 

Detergenti sbagliati 

In molti ritengono che il miglior detergente per l’auto sia il sapone per i piatti perché è antibatterico e destinato a oggetti che usiamo per mangiare. Questo lo eleggerebbe a miglior detersivo economico per la carrozzeria ma non c’è nulla di più sbagliato in questa considerazione. 

Per prima cosa il sapone per i piatti fa troppa schiuma e non è pensato per creare un velo protettivo lucido sulla vernice. Occorrono detergenti pensati proprio per i materiali di cui si compone l’auto che sappiano compensare la potenza sgrassante alla delicatezza e alla protezione della vernice. 

Il prelavaggio è importantissimo 

Il prelavaggio è una di quelle fasi che viene spesso saltata a piè pari, soprattutto negli auto lavaggi fai da te a gettoni. Magari per risparmiare qualche minuto di azione del macchinario passiamo direttamente al lavaggio e alla lucidatura, lasciando sulla carrozzeria vistose macchie di sporco e di sapone. 

Questa abitudine è una tra le più dannose per l’auto e, quindi, conviene sempre rispettare gli step raccomandati che vanno dal prelavaggio all’asciugatura. Il primo strato di detergente, infatti, serve a sciogliere lo sporco che verrà portato via dal getto di acqua di risciacquo

Non tralasciare i vetri 

Una volta terminato il lavaggio generale dovresti passare ai vetri che sono importanti per la visibilità di sicurezza alla guida. Noi suggeriamo di utilizzare detergenti specifici per vetri auto dotati di antiappannante. In questo modo i vetri verranno lucidi e cristallini e assolutamente privi di macchi e aloni che sono pericolosissimi durante la guida

Asciuga!

Infine dopo aver lavato accuratamente l’auto conviene sempre passare un morbido panno in micro-fibra su tutte le superfici per asciugare gli aloni e rimuovere gli eventuali residui di sporco ammorbidito. L’asciugatura è importante per evitare gli aloni che, nel tempo, possono diventare macchie impossibili da rimuovere.